DESIGN THINKING

In italiano, la parola design viene quasi sempre utilizzata per indicare un oggetto o un prodotto finito, ma il corretto significato del termine è progetto/progettazione, ovvero quel percorso che dall’ideazione procede verso la realizzazione di un prodotto, di un servizio o di un processo.
Il design è un insieme di conoscenze, metodi e strumenti che guidano la progettazione, per conseguire risultati di qualità.
Il Design Thinking (in italiano: pensiero progettuale) è sia una modalità di pensiero, che un approccio specifico che permette di generare soluzioni innovative in ambiti molto differenti.
Il Design Thinking si differenzia dal processo creativo tradizionale per l’approccio centrato sulla persona (human-centred design). L’utente e i suoi bisogni sono posti al centro della progettazione di nuovi servizi/prodotti e/o miglioramento di quelli esistenti.
Il Design Thinking si fonda sulla nostra capacità di essere intuitivi, di osservare i comportamenti, di riconoscere bisogni, e di costruire soluzioni.
Il Design Thinking aiuta a pensare come un designer, e cioè, saper:
– ragionare sugli scenari futuri e sul cambiamento;
– guardare ai problemi da risolvere come opportunità;
– mettersi in gioco e avere fiducia nella propria capacità di creare soluzioni innovative con le risorse disponibili;
– osservare e ascoltare in modo attivo gli utenti e progettare soluzioni partendo da loro e con loro;
– essere visionari e nello stesso tempo capaci di proporre soluzioni fattibili.

Il metodo si basa sull’apprendimento attivo (learning-by-doing), e può essere applicato per la risoluzione di qualsiasi tipologia di sfida inclusi eventi, spazi, servizi, sistemi, organizzazione.

Non è stato trovato nessun prodotto che corrisponde alla tua selezione.