Social:

pin_drop Viale Cembrano, 2, 16147 Genova (GE)
timer Open from Monday to Friday from 8am to 6pm
mail info@digitaltree.ai
arrow_upward arrow_upward

La Rivoluzione della Formazione passa attraverso l’Intelligenza Artificiale

Molte scuole ed istituzioni formative stanno sperimentando ambienti di Intelligenza Artificiale che permettono modelli di apprendimento basati sul Recommender System, un modello che genera percorsi formativi personalizzati, grazie alla possibilità di far incontrare le specifiche caratteristiche, culture, stili di apprendimento di ogni persona con tutta l’offerta formativa presente nel proprio ambiente, scuola od azienda.

Sono già molte, anche in Italia, le organizzazioni che stanno sperimentando queste nuove modalità.

L’Aeronautica Militare ha iniziato a sperimentare programmi di formazione continua sulla leadership gestiti da strumenti di Intelligenza Artificiale. In particolare, il progetto di riferimento, denominato A.M.e.l.i.a. (Aeronautica Militare enhanced-learning Intelligenza Artificiale), consiste in un Recommender System, basato su reti neurali artificiali e tecniche NLP (Natural Language Processing), che, a partire da una profilazione dell’utente basata su caratteristiche di carriera, preferenze, obiettivi didattici da raggiungere e stile di apprendimento individua e seleziona i contenuti didattici da erogare in modo puntuale, just in time e seguendo percorsi di crescita personalizzati coerenti con le necessità lavorative dell’utente e con l’evoluzione dell’ambiente circostante. Inoltre proprio presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche si è tenuto l’11 e 12 dicembre il secondo hackathon per “Logistica 4.0”, una maratona creativa chiamata “AIRtificial Intelligence”. Il Comando Logistico dell’Aeronautica Militare organizzerà, in partnership con Leonardo SPA, una maratona competitiva di “open innovation” secondo la metodologia “hackathon”, rivolta ai temi dell’Intelligenza Artificiale e del “Machine Learning. L’evento, denominato “AIRtificial Intelligence”, segue “Airathon”, svoltosi a Pratica di Mare il 5-6 giugno 2018.

Il Monte Dei Paschi di Siena è la prima organizzazione in Italia che propone un percorso di formazione sulle competenze digitali esclusivamente tramite una APP, creata da Skilla, per l’allenamento quotidiano a piccole dosi, in modalità fortemente adattive, dove ogni persona può scegliere il tempo da dedicare, il livello ed i contenuti, per poi, man mano che il sistema apprende. Potrà ricevere suggerimenti e personalizzazioni grazie all’IA.

Roberto Coita, Chief Human Capital di MPS sottolinea che “la sperimentazione di canali formativi alternativi che integrano quelli tradizionali fa parte della strategia di MPS Academy di creare le condizioni affinché le persone possano tenersi aggiornate attraverso contenuti snelli, di qualità e soprattutto assecondando i propri ritmi e stili di apprendimento”.

In Italia è stata da poco lanciata Phyd (www.phyd.com), la nuova piattaforma basata sull’Intelligenza Artificiale che calcola l’indice di occupabilità delle persone e suggerisce contenuti e corsi per migliorare e rendere rilevante il proprio skill set in maniera mirata e funzionale ad un mercato del lavoro in continua evoluzione. Per Manlio Ciralli, AD Phyd, “Il paradigma che voleva l’uomo occupato a prescindere è ormai tramontato. La forte competitività obbliga persone e aziende a mantenersi occupabili nel tempo. Per essere competitivi occorre misurare il proprio livello di adeguatezza e poi migliorarlo costantemente attraverso un inderogabile processo di formazione continua. Il rischio altrimenti è l’impoverimento delle competenze e la polarizzazione sociale”,

Sempre più gli scenari di formazione convergono verso la direzione “dell’apprendimento istantaneo on demand” e del “contextual learning”. Il tempo riservato alla formazione tradizionale, con queste modalità, sarà ridotto in favore di una formazione continua e granularizzata, real time. L’aula non scomparirà, ma evolverà ed interagirà con i nuovi ecosistemi di apprendimento digitale.

Del resto, se Google, Amazon, Netflix utilizzano già questa modalità per stimolare acquisti e nuovi consumi, perché non utilizzare queste modalità per far crescere la cultura e il capitale intellettuale delle persone e delle organizzazioni?

Fonte – Franco Amicucci “Il Sole 24 Ore”

Are you a company?